274936c4b649c88ffad7944bfc7a744a

Novara, Schirosi (LeS Polizia) al questore: “Poliziotti vessati da eccessivi ed ingiusti procedimenti disciplinari”

In una lettera aperta al questore di Novara Gaetano Todaro, Marco Schirosi a nome di tutta la segreteria di Novara denuncia alcune alcune criticità.

La percentuale dei colleghi sottoposta a procedimento disciplinare è cresciuta in maniera esponenziale generando insofferenze tali da condurre molti di loro a richiedere la movimentazione presso altri uffici di Polizia”.

E’ quanto afferma Marco Schirosi, Segretario di Novara di Libertà e Sicurezza Polizia di Stato, in una lettera indirizzata al questore Gaetano Todaro. “Ci chiediamo – continua Schirosi – se i comportamenti “devianti” sotto processo siano davvero da addebitare ai poliziotti coinvolti o se, viceversa, le responsabilità del malessere diffuso siano da ricercare altrove. Siamo preoccupati da una situazione che ci vede perseguitati da azioni disciplinari fondate su procedimenti che nulla hanno a che vedere con le regole democratiche che dovrebbero guidare l’attività della nostra amministrazione. E siamo ulteriormente intimoriti dall’esodo di personale competente che ciò provoca” – aggiunge Schirosi.

Il Segretario si sofferma poi su altre criticità vissute dai colleghi: “E’ assurdo che nel mese di Giugno gran parte del personale sia ancora sprovvisto della cosiddetta camicia “atlantica” e dell’abbigliamento adatto alla stagione calda – sottolinea Schirosi – lo è ancor di più il fatto che colleghi dotati di uniformi diverse, a causa della distribuzione limitata della nuova divisa operativa, si trovino a prestare servizio insieme, generando non poche perplessità nell’utenza”.

“Ci preme farle presente – aggiunge Schirosi – la situazione di degrado igienico nella quale sono costretti a prestare servizio i colleghi del Corpo di Guardia della Questura: i locali, che spesso ospitano soggetti portatori di malattie altamente infettive, vengono puliti di rado ed in maniera approssimativa”.

“Auspichiamo si possa instaurare un dialogo costruttivo che permetta di porre fine alle criticità sollevate” – conclude Schirosi.

Condividi su
Tags: No tags