Bomba a Canosa di Puglia, Ida IMPARATO (LeS)

È giunto momento di rendere non più conveniente attacchi poliziotti.

“Il grave episodio che si è verificato a Canosa di Puglia, evidenzia ancora una volta come le Forze di Polizia siano ormai bersaglio di una violenza sempre più spavalda che non ha remore ad introdursi nel parcheggio di un Commissariato di Polizia per collocare e far esplodere un ordigno. Un atto come questo esige una risposta tempestiva e concreta, ciò che auspichiamo è un segnale forte affinché l’attività delle donne e degli uomini che ogni giorno operano con dedizione per garantire la sicurezza di tutti i cittadini, venga supportata in maniera tangibile.

I tutori dell’ordine e della sicurezza pubblica, non possono essere scherniti, beffeggiati, ostacolati nelle proprie attività e ancor meno possono trasformarsi nella valvola di sfogo di una cultura violenta che si estrinseca in un susseguirsi di episodi di cronaca il cui comune denominatore è la VIOLENZA cieca che non teme conseguenze. Tutto questo non è tollerabile! Citando le parole del Procuratore Nicola Gratteri: “noi dovremmo nel rispetto della Costituzione, fare tante e tali modifiche fino a quando diventi non conveniente delinquere.

Fino a quando non c’è una sanzione proporzionata alla realtà criminale e quindi conviene delinquere, si continuerà a delinquere, quindi il livello di contrasto è sempre insufficiente” – così Ida IMPARATO, Segretario Nazionale Vicario commenta la notizia della bomba esplosa nel parcheggiato del Commissariato

Roma, 13 settembre 2020