Certificato Covid

Programma Vaccinale della Polizia di Stato. Disciplina della giornata di somministrazione – Rif. Risposta lettera Prot. n.5429 Rep.110°.7 del 21 Aprile 2022

Al Sig. Dirigente Compartimento Polizia Stradale “Calabria”

e p.c.

Alla Segreteria Provinciale di Catanzaro – LES

Alla Segreteria Nazionale – LES

Egregio Sig. Dirigente,

la Segretaria Provinciale di Catanzaro ha partecipato a questa struttura Regionale la Sua risposta alla nota LES del 26 marzo u.s. con quale Le veniva palesata la disapplicazione della circolare ministeriale n.333°/0003262 dell’8 marzo 2021 nella parte in cui la Sottosezione della Polizia Stradale di Lamezia Terme non avrebbe riconosciuto la giornata di recupero riposo ai colleghi che si sono sottoposti a vaccinazione volontaria nel giorno di “riposo”.

La S.V. ha comunicato di aver fatto accertamenti dalla quale è emerso che in effetti ai colleghi che si sono sottoposti a vaccinazione non era stato riconosciuto la giornata di “recupero riposo”, aggiungendo che tale modus è stato legittimo in quanto gli operatori si sono vaccinati nel giorno di riposo di loro spontanea volontà e che, per tale ragione, la suddetta circolare ministeriale era stata soddisfatta nella parte in cui stabilisce: “qualora, per ragioni organizzative, il personale sia avviato alla somministrazione del vaccino nel giorno di riposo settimanale avrà diritto, di conseguenza, al recupero della giornata….” così lasciando intendere che tale diritto può essere concesso esclusivamente al personale che l’Ufficio abbia avviato alla vaccinazione.

Signor Dirigente, a parer nostro, tale interpretazione della circolare ci sembra restrittiva anche se si presta a differenti giudizi di valutazione e di comprensione.

Difatti, la medesima circolare nella parte introduttiva fa presente che: “Il personale che si sottopone alla vaccinazione (cfr volontariamente)…omissis…sarà considerato in servizio anche per il tempo utile e necessario al rispetto del protocollo previsto per la somministrazione”.

Ciò ne consegue che il personale che si sottopone a somministrazione vaccinale dev’essere considerato in servizio a tutti gli effetti.

Sul punto, quindi, la circolare è chiara e cioè prevede che venga riconosciuto come attività di servizio la somministrazione anche quando la stessa avviene appunto nel giorno di riposo (così come da noi rappresentato).

Se così non fosse vuol dire che il giorno dedicato alla somministrazione non verrà riconosciuto come servizio o peggio, nel giorno di riposo non sarà mai riconosciuto quale giornata di “recupero riposo” con conseguente abrogazione di tale diritto, poiché la somministrazione avviene sempre nelle strutture Pubbliche ed avviene sempre su base volontaria.

Questo significa che l’Ufficio di Polizia, nel caso di specie la Polizia Stradale, non ha il potere di somministrare il vaccino e non ha il potere di obbligare tale somministrazione.

Pertanto la locuzione “per ragioni organizzative” non può essere, secondo noi, intesa in senso restrittivo ovvero rilevante da criticità organizzative dell’Ufficio di Polizia ma dev’essere inteso quale programmazione della somministrazione da parte dell’HUB Vaccinale ed, ancora, quando la circolare dice che “il personale sia avviatonon può, anche in questo caso, essere inteso in senso restrittivo ovvero che sia l’Ufficio ad avviare alla vaccinazione il personale poiché tale potere non è concesso alla Polizia di Stato e la Polizia non può mai esercitarlo.

Questo significa che una eventuale interpretazione restrittiva, come quella posta oggi all’attenzione di questa struttura regionale, andrebbe di fatto ad abrogare l’eventualità che al personale venga riconosciuto la giornata di “recupero riposo” poiché le condizioni poste alla base del ragionamento interpretativo sono impossibili da realizzarsi.

Alla luce dei motivi appena espressi si chiede alla S.V., persona a cui riconosciamo il forte interesse a favorire i diritti del personale della Polizia di Stato, di voler approfondire ulteriormente la vicenda che ci occupa e nel caso valutare l’opportunità di una interpretazione estensiva dell’istituto di cui è trattazione.

Cordialmente

Il Segretario Generale Regionale

Vincenzo PINO

Condividi su